Blocco immediato degli abusi edilizi alla Vida

 

Il Comune blocchi immediatamente i lavori altrimenti si rende complice dell’illecito che si sta perpetuando nello storico ex Teatro di Anatomia, dove sta avvenendo un evidente abuso edilizio contraddicendo le norme del piano regolatore (PRG) che ne prevede un uso sociale e culturale, non ristorativo.

In seguito agli articoli usciti sulla stampa locale la Comunità della Vida ribadisce la propria posizione sostenendo la seconda diffida al Comune inviata da tre associazioni cittadine.Gazzettino_vida

Il Comune e i suoi funzionari preposti non possono far finta di non sapere e non vedere cosa sta succedendo, a meno di non incorrere in due tipi di abusi:

  • concessione di un permesso ad intervenire per realizzare un ristorante – vietato dalla destinazione d’uso prevista al PRG che è legge dello stato e le sue disposizioni prevalgono su quelle del catasto (strumento meramente fiscale);
  • omissione di un controllo sulla trasformazione abusiva della destinazione d’uso, qualora l’intervento fosse fatto passare in regime di “continuità catastale”.

Se il Comune dà un permesso commette un abuso. Se fa finta di non accorgersi che c’è chi vuol fare un ristorante contro le regole che lui stesso si è dato commette allo stesso modo un illecito.

Segnaliamo tutti insieme l’abuso in atto: sottoscrivi anche tu il modulo di presunto abuso edilizio!

Lunedì 15 luglio alle ore 19.00: appuntamento alla Vida! Fermiamo i lavori!

Qui il testo della diffida presentata in data 9 giugno 2019 dalle associazioni Eddyburg, PER Venezia Consapevole e Poveglia Per Tutti.

Vai alla presentazione della prima lettera di diffida (gennaio 2019