Il valore di un corpo fatto a pezzi

Teatro d’anatomia: Qual è il valore della vita in un corpo fatto a pezzi? Le merci senza prezzo devono essere valutate nel luogo dove il capriccio dell’offerta e l’avidità della domanda scendono a patti: che l’asta abbia inizio!

Lunedì 4 marzo, (quasi) uno anno dopo lo sgombero della Vida, è stato battuto, in un’asta dai raffinati toni di muta clownerie, il corpo dell’Antico Teatro di Anatomia, metaforicamente svuotato delle proprie interiora.

Il Teatro, oggi si presenta infatti chiuso e vuoto, privato alla città che lo ha vissuto, riempito di significato, animato, protetto.

Una riflessione indotta dall’azione calzante della compagnia Metaforte (meta-teatro), in collaborazione con l’Ex Asilo Filangeri (Napoli), comunità che abbracciano la difficile battaglia di preservazione dei beni pubblici e dei luoghi popolari della cultura, fucine di immaginari, scambio intellettuale e progettazione alternativa alle logiche dominanti del mercato.

Evitando i dedali affollati di una irrisolta Venezia-Luna-Park a misura di turista, scartando gli ormai troppo affollati “official events” che sempre più provano ad incantare senza nulla raccontare, abitanti e visitatori sono stati coinvolti nell’irriverente performance e son rientrati a casa soddisfatti, per una volta, di stringere i pezzi di un corpo cittadino ancora autentico, sagace e capace di comunicare con ironica intelligenza anche i propri attuali drammi.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...