Agosto, città mia non ti riconosco!

Il presidio in campo San Giacomo da l’Orio continua. Giorno dopo giorno il gazebo de La Vida Accanto ribadisce il suo no all’eventuale cambio di destinazione d’uso dell’immobile noto che ha ospitato il Teatro Anatomico di Venezia.
A Venezia la battaglia per La Vida, iniziata ormai da molti mesi, rappresenta il tentativo di contrastare la privatizzazione di pezzi del patrimonio pubblico della città con il meccanismo della vendita con annesso cambio di destinazione d’uso, e della trasformazione di Venezia in una sorta di albergo a cielo aperto con annesse trattorie.
Dal 24 agosto parte la campagna: “Una cartolina per la Vida“. Le cartoline V-I-D-A da inviare all’Amministrazione comunale affinché rispetti quanto previsto dal PRC per il Teatro Anatomico.
Nel frattempo sei persone, identificate in maniera arbitraria durante il primo giorno di riapertura, sono chiamate a rispondere sia in sede civile che penale, dell’intera vicenda.
L’udienza prevista per il 24 luglio è stata rinviata al 24 settembre.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...