Azione artistica tra la parola e il canto per raccontare l’Honduras | 19 giugno

Azione artistica tra la parola e il canto con Karla Lara e Melissa Cardoza, femministe honduregne per raccontare la lotta di emancipazione femminile e indigena in Honduras. Un omaggio, tra racconto e musica, alla vita dell’attivista Berta Cáceres e alla resistenza delle donne honduregne che lottano per la giustizia dei popoli.

Martedì 19 giugno alle ore 19.00

Un’occasione davvero unica per conoscere queste due artiste e per dialogare con loro. Di ritorno dall’incontro europeo in solidarietà con l’Honduras (che si svolge a Berlino dal 15 al 17 giugno) parte da Venezia il giro italiano di queste due artiste per la presentazione del loro lavoro che le vedrà a Padova, a Milano, in Val di Susa, a Torino, Roma.

L’incontro è promosso dal Collettivo Italia-Centro America  (CICA).

Melissa Cardoza, scrittrice honduregna attivissima, vicina al femminismo e alla tradizione latinoamericana della narrativa comunitaria. Nata in Honduras, è pedagoga, scrittrice ed è una attivista in difesa dei diritti della terra, dei popoli. Ha vissuto nove anni in Messico dove ha studiato presso la Scuola Messicana di Scrittura, stretto amicizie con femministe, poetesse e illustratrici. Da quando è rientrata in Honduras nel 2006, ha iniziato a raccontare storie di vita di donne straordinarie nella loro quotidianità: donne che non cedono di fronte ai soprusi, attiviste, madri di quartiere.

Era amica intima di Berta Cáceres (leader del COPINH, vincitrice del Goldman Environmental Prize nel 2015 e assassinata nel marzo 2016 nella sua casa) e non smette d’esigere giustizia per il suo assassinio.

Il suo libro, “13 colores de la resistencia hondureña” è una collezione di storie di donne e di sole o organizzate attraverso le quali ci addentriamo nella quotidianità di una terra occupata a forza di piombo e paura. Sentiamo il caldo, l’odore di cibo in strada, i canti e le preghiere. Avvertiamo la forza e il coraggio.

Karla Lara, cantautrice honduregna. Femminista e  memenra della Red Nazional de Defensoras de Derechos Humanos, impegnata nella resistenza al colpo di Stato. Canta di persecuzioni politiche, di femminismo e di resistenza.

Presenta il suo ultimo disco: “Cuando las palabras”, una produzione “femminista e di resistenza”. I testi di questo album sono tutti di Karla Lara, a parte due poemi che ha messo in musica: “Combate” della poetessa Olanchana Clementina Suarez e “La Abeja Fortunata” dell’artista argentina Vilmna Novik Freyre.

Per saperne di più:

Le due artiste partecipano all’incontro europeo di solidarietà con l’Honduras che si tiene a Berlino a metà giugno

View at Medium.com