Refugees Welcome! Sabato 30 giugno

Sabato 30 giugno La Vida [Accanto] ospita il progetto: “Refugees Welcome Italia”. Saranno presenti i coordinatori regionali e locali, i mediatori, le famiglie ospiti e i ragazzi che stanno vivendo questa esperienza. Un’ occasione rara per parlare di integrazione culturale con chi la fa e la vive davvero e comprendere come funziona questo progetto già attivo in tutte le città europee della rete internazionale di Refugees Welcome)

Abitare la prossimità | 1 luglio La Vida a Trento

La città è prima di ogni altra cosa il contesto che riconosciamo come adatto all’abitare. Lo facciamo quasi senza rendercene conto, dando per scontato che condividere lo stesso cortile, la stessa rampa di scale, lo stesso giardino (oltre a un’altra lunghissima serie di spazi e momenti comuni) rappresenti la base fondante della convivenza civile.

Tavoli tematici

Ogni settimana ci troviamo in Campo per confrontarci sui regolamenti di uso collettivo degli spazi e su come le comunità possano diventare i soggetti che degli spazi pubblici si prendono cura (Tavolo 1). E per confrontarci (Tavolo 2) su Piano Regolatore, destinazione d’uso, vendita del patrimonio pubblico per cercare di dotarci degli strumenti adeguati per costruire insieme un’altra idea di città.

La Vida in ogni campo: mappiamo la città | 21 giugno

Da San Giacomo a Castello:: attraversiamo i quartieri, costruiamo comunità, costruiamo un’altra idea di città!

E’ tempo do sagre a Venezia, tempo di convivialità e di vivacità in ogni quartiere. La Vida si sposta da San Giacomo a Castello per tessere relazioni, fare rete, scoprire similitudini.

Tutta mia la città | In Campo con pironi e scugeri | 9 giugno

In campo con pironi e scugeri per “Tutta mia la città”: sabato 9 giugno a partire dalle ore 19.00

Anche Campo San Giacomo partecipa a questo importante momento conviviale  che cerca di interpretare le esigenze degli abitanti di Venezia, che negli ultimi tempi stanno manifestando pesanti difficoltà nel convivere con una pressione turistica fuori controllo, che ha pesantemente danneggiato la qualità della vita in tutti i suoi aspetti.