L’altro uso | Report tavoli tematici

La restituzione dei tavoli tematici e dei lavori della mattinata del Convegno L’altro uso. Usi civici e patrimonio pubblico. Dalla vendita alla gestione collettiva comunitaria:

AltroUsoReportWEB

Tavolo 1 | Vendita del patrimonio pubblico e trasformazione delle città.        Coordinatrice: Ilaria Boniburini.

  • Fase 1: Focalizzare il problema: l’importanza del patrimonio pubblico per la qualità della vita e della società
  • Fase 2: Proposte e strategie: alternative alla vendita del bene
  • Alcuni punti chiave:
    • definizione di bene comune
    • mappatura
    • occupazione
    • fare rete
    • azioni giuridiche e superamento dei problemi amministrativi
    • azioni di conoscenza
    • azione di educazione civica e sensibilizzazione
    • diritto all’abitare e diritto alla città
    • gestione partecipata del bilancio

Tavolo 2 | Strumenti giuridici e trasformazioni istituzionali necessarie                         Coordinatore: Giuseppe Micciarelli

  • Fase 1: L’esperienza. Da quale situazione di conflitto nasce l’esperienza dei soggetti presenti? Qual è l’obiettivo della comunità? Quali le possibili soluzioni e gli strumenti giuridici utilizzati/mancanti/necessari?
  • Fase 2: Dall’esperienza alla condivisione di parole e principi chiave per creare precedenti amministrativi dal basso
  • Alcuni punti chiave:
    • rivendicare collettivamente parole e esperienze che possono essere riconosciute negli atti amministrativi e diventare dei precedenti
    • beni comuni emergenti: gli spazi urbani riqualificati dall’azione di una comunità
    • creare nuovi modelli di democrazia partecipativa
    • elaborare una legge di respiro nazionale sui temi dell’uso
      civico e collettivo del patrimonio dei beni
    • sostenere il principio di sussidiarietà orizzontale come garanzia di fruibilità e accessibilità dei beni da parte degli abitanti del territorio
    • sostenere la funzione sociale della proprietà e la gestione
      collettiva da parte di comunità di utenti e lavoratori
    • Rivendicare “redditività civica” e l’uguaglianza sostanziale nell’uso dei
      beni comuni

Tavolo 3 | Autogoverno, gestione della partecipazione e sostenibilità economica
Coordinatrice: Margherita Brondino

  • Domanda 1. L’organizzazione: Quali sono le pratiche che caratterizzano o hanno caratterizzato l’organizzazione e la gestione della vostra realtà? Quali punti di forza? Quali criticità sono state riscontrate?
  • Domanda 2. Il coinvolgimento:  Che strumenti/metodi vi siete dati ed usate per gestire la partecipazione all’interno ed esterno della vostra realtà/associazione? Si differenzia a seconda degli interlocutori?
  • Alcuni punti chiave:
    • la presenza(assenza di una sede (quale sede, con quali modalità)
    • comunicazione interna ed esterna
    • partecipazione
    • forme di autogoverno e modalità di consenso

I lavori del pomeriggio hanno visto gli interventi di:

  • Giovanni Semi “Produrre le città, gli interessi in gioco” | Semi_ «Venezia stregata dal turismo_ urge rompere l_incantesimo» – Cronaca – La Nuova di Venezia – articolo uscito su La Nuova Venezia il 18 aprile
  • Marco Bersani “Debito, causa o trappola?” | Qui il suo articolo “C’è vita oltre il debito?” apparso su  Comune Info il 28 aprile 2018
  • Maria Rosa Vittadini “Spazi di rigenerazione”
  • Ugo Mattei, conference call  “Tra azione, denuncia e autogestione”
  • Guido Cavalca, conference call “La sostenibilità autogestionaria, la fabbrica recuperata” | Qui il suo articolo “Lavoro e innovazione! apparso su Che Fare il 28 ottobre 2015

Ad integrazione del dibattito, video intervento di Tomaso Montanari: “Privatizzazioni del patrimonio, implicazioni  politiche e conseguenze culturali”